Codice
9788866577188
Autore
Editore
Tipologia
Libri
Data pubblicazione
22 mar 2016
Collana
Pagine
1311

CODICE DELLA ESPROPRIAZIONE 2016

Prezzo di listino 100,00 €
Prezzo a te riservato 95,00 €
Condividilo on-line
Anche la seconda Edizione del Codice della espropriazione ha registrato un tale riscontro tra professionisti e amministrazioni da indurre gli autori a por mano ad una terza Edizione, in effetti profondamente mutata rispetto alle Edizioni precedenti, ma al tempo stesso fedele allo schema originale, suddiviso in tre Sezioni, che ha trovato riscontro positivo tra i lettori.

La prima delle tre Sezioni consiste in una disamina, dottrinale ed operativa, ma sempre snella ed essenziale, degli istituti oggetto dell’intervento legislativo.
Nella seconda (“Domande e risposte”) sono presentati, sotto forma di domanda tutti i numerosissimi problemi emersi in fase applicativa, con le connesse risposte offerte dalla più recente giurisprudenza.
Nella terza parte (“Le formule”) sono indicate le formule di riferimento, utili all’operatore (ad es. ordinanza di demolizione, certificato di agibilità, domanda di segnalazione certificata di inizio attività).
Totale è stato l’aggiornamento giurisprudenziale, con una puntuale e minuziosa ricostruzione del quadro dei principi elaborati dalla Corte costituzionale, dalla Corte di cassazione e dal Consiglio di Stato, all’interno della consolidata cornice di tutele delineata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo.
Sono state riportate anche le numerose decisioni dei giudici di primo grado, il tutto aggiornato sino ai primi giorni del 2016.
Particolare approfondimento è stato dato alla sentenza della Corte costituzionale, 30 aprile 2015, n. 71, intervenuta nuovamente sull’istituto dell’acquisizione sanante ex art. 42 bis del Testo unico dell’espropriazione, confermandone la legittimità costituzionale, nonché alle Sezioni Unite della Corte di Cassazione, 29 ottobre 2015, n. 22096 e all’ultimissima pronuncia dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato, 9 febbraio 2016, n. 2, che si è soffermata anche sui poteri del Commissario ad acta nominato dal giudice dell’ottemperanza in sede di esecuzione del giudicato riguardante una sentenza concernente una occupazione illegittima di un’area da parte della P.A.
Una particolare attenzione è stata poi dedicata alla nuova conferenza di servizi, quale risulta dallo schema di decreto legislativo recante norme per il riordino della disciplina in materia di conferenza di servizi, in attuazione della delega di cui all'art. 2, l. 7 agosto 2015, n. 124, approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta preliminare del 20 gennaio 2016, istituto che può assumere una importanza notevole nel procedimento ablatorio.
Ancora una volta si è avuta cura di coniugare l’approfondimento, dottrinario e giurisprudenziale, delle diverse tematiche con il taglio pratico dell’Opera, che consente al professionista di trovare con immediatezza la risposta ai suoi problemi interpretativi ed operativi, compresi quelli relativi alla tematica degli aspetti fiscali dell’espropriazione, curata nell’Appendice con puntuale riferimento sia alla parte teorica che a quella pratica.
Salva pagina in PDF Salva pagina in PDF