Codice
Crisi d’Impresa per Professionisti o Aziende
Reparto
Argomento
Autore
Editore
Tipologia
Software
Data pubblicazione
6 apr 2021

Crisi d’Impresa per Professionisti o Aziende - Valore24

A partire da 256,20 € Prezzo normale 329,01 €
Condividilo on-line

L’applicazione online Valore24 Crisi d’impresa permette di effettuare la preventiva valutazione sia dell’eventuale stato di crisi, come previsto dal D.Lgs. 14/2019, sia la valutazione della presenza della Continuità Aziendale e Adeguati Assetti organizzativi, come previsto dall’art. 2086 del Codice Civile.

Al fine di effettuare l’analisi completa, oltre ad un Bilancio storico possono essere inseriti, in modo intuitivo e flessibile e tramite upload della documentazione utilizzata, bilanci previsionali, flussi di cassa futuri e altri dati utili per i conteggi.

Oltre al bilancio riclassificato la procedura calcola in particolare il Patrimonio netto, il DSCR e gli Indici di allerta elaborati da CNDCEC, permettendo inoltre il monitoraggio di eventuali ritardi nei pagamenti, la redazione del Budget di Tesoreria fino a sei periodi e la valutazione della presenza della continuità aziendale e adeguati assetti organizzativi. Al termine della valutazione viene predisposto un fascicolo in formato Word, scaricabile e modificabile liberamente.

Una semplice profilazione degli operatori consente al professionista di abilitare l’accesso a tutte o parte le funzioni del software sia a propri collaboratori sia a risorse delle aziende clienti.

 Crisi d’impresa, Bilancio e Analisi di bilancio, insieme in una suite unica come strumento di monitoraggio dello stato di salute dell’impresa e previsione economico/finanziaria.

 

 

NOVITA'

Valore24 Crisi d’Impresa si arricchisce di una importante funzionalità: la NUOVA VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA AI FINI EBA

Con le nuove linee guida dell’EBA (approvate il 29 maggio 2020 ed entrate in vigore il 30 giugno 2021), le Banche valuteranno il merito creditizio non più sulle garanzie prestate, viste come ultima risorsa per fare fronte all’eventuale insolvenza del creditore, ma sui piani prospettici credibili e documentati che le imprese sapranno presentare. Questo orientamento si associa al Nuovo Codice della Crisi nel sottolineare l’importanza per i professionisti e le imprese di fare crescere la cultura finanziare e di addivenire ad un adeguato assetto organizzativo.

 

Salva pagina in PDF Salva pagina in PDF