Codice
9788833002156
Reparto
Autore
Editore
Tipologia
Libri
Data pubblicazione
13 gen 2021
Pagine
75

SEI (BREVI) SAGGI DANTESCHI

Prezzo di listino 12,00 €
Prezzo a te riservato 11,40 €
Condividilo on-line
Sei (brevi) saggi danteschi si ispira – per titolo e per formato – all’autorevole opera di Jorge Luis Borges Nove saggi danteschi. Nel volume di Enrico Cavarischia è dipinto un Dante insolito, con sfaccettature eterogenee e contraddittorie: timido ma superbo, poeta ma uomo d’armi, peccatore eppure forte credente. Seguendo questo filone dialettico, le sei tesi qui presentate dimostrano come sia possibile una lettura molteplice della Divina Commedia.
L’autore propone aneddoti e curiosità, una tesi inedita e interrogativi quasi mai dibattuti: quali sono le analogie tra le sedute di esorcismo e la Divina Commedia? Perché la figlia di Dante si fece suora e scelse proprio il nome di suor Beatrice? È vero che l’Alighieri tradì sua moglie? E poi: da alcuni studi sembra che il Poeta non fu affatto avaro. Perché dunque gli studiosi lo hanno additato come tale? E ancora: una fonte ha rivelato che Dante dopo morto scontò trecento anni di Purgatorio prima di entrare in Paradiso, ma perché questa “punizione”? Chi ha rivelato questa informazione?
Un Dante, dunque, “esorcista”, lussurioso, fedifrago, a tratti burbero ma capace di metter mano e cielo e terra e scrivere un testo che in settecento anni ha condotto gli uomini a una condizione di felicità avvicinandoli a Dio. Ed è forse proprio per il suo ruolo di scrittore oltre ogni epoca, capace di dar vita ad un’opera letteraria evangelizzatrice come mai ce ne sono state, che preferiamo ricordarlo: qualcosa che sicuramente gli è valso il tanto agognato Paradiso.
Salva pagina in PDF Salva pagina in PDF