Codice
9788891645944
Reparto
Autore
Editore
Tipologia
Libri
Data pubblicazione
16 ott 2020
Pagine
942
-5%

CONCORSO 1226 POSTI AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI 2020 (G.U. 6 ottobre 2020)

Sottotitolo
Prova preselettiva per tutti i profili - Manuale + Quiz
Prezzo di listino 39,00 €
Prezzo a te riservato 37,05 €
Condividilo on-line
Il volume costituisce un utilissimo strumento di preparazione per la prova preselettiva di tutti i profili richiesti dai bandi di concorso per 1226 posti dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (G.U. 6 ottobre 2020, n. 78).
La prova preselettiva consiste in un test composto da quesiti a risposta multipla così suddivisi:
25 quiz per la verifica della capacità logico-deduttiva e di ragionamento logico-matematico;
15 quiz di elementi di diritto penale e funzioni di polizia giudiziaria;
20 quiz di lingua inglese;
10 quiz di conoscenza di base degli strumenti di office automation.
Il testo si suddivide in 2 parti.
La prima parte offre un’ampia panoramica delle tipologie di quiz di logica assegnate negli ultimi anni, suddivise per tipologia e argomento (ragionamento numerico, numerico deduttivo, critico numerico, astratto, verbale, critico verbale, logica deduttiva e comprensione verbale), raccolte in 15 simulazioni con soluzione commentata.
Accanto ad ogni quiz è riportato il riferimento alla videolezione con cui poter approfondire l’argomento oggetto di domanda.
La seconda parte presenta una sezione manualistica, seguita da una selezione di quiz a risposta multipla, sugli strumenti di office automation, diritto penale e funzioni di
polizia giudiziaria.
Nella sezione online collegata al libro (accessibile seguendo le istruzioni ripostate in fondo al testo) sono presenti:
le videolezioni di Giuseppe Cotruvo;
una selezione di quiz di lingua inglese, Office Automation e Funzioni di Polizia giudiziaria;
un simulatore online di quiz (sarà resa disponibile la banca dati in preparazione della prova preselettiva, dopo la sua pubblicazione).
LIBRO PRIMO – LOGICA

Consigli preliminari

PARTE PRIMA – SIMULAZIONI

Simulazione n. 1 – Quiz

Simulazione n. 1 – Risposte

Simulazione n. 2 – Quiz

Simulazione n. 2 – Risposte

Simulazione n. 3 – Quiz

Simulazione n. 3 – Risposte

Simulazione n. 4 – Quiz

Simulazione n. 4 – Risposte

Simulazione n. 5 – Quiz

Simulazione n. 5 – Risposte

Simulazione n. 6 – Quiz

Simulazione n. 6 – Risposte

Simulazione n. 7 – Quiz

Simulazione n. 7 – Risposte

Simulazione n. 8 – Quiz

Simulazione n. 8 – Risposte

Simulazione n. 9 – Quiz

Simulazione n. 9 – Risposte

Simulazione n. 10 – Quiz

Simulazione n. 10 – Risposte

PARTE SECONDA – TRACCIA DEI QUIZ ILLUSTRATI NELLE PRIME 44 VIDEOLEZIONI

Videolezione n. 1 – Serie numeriche (ragionamento numerico)

Videolezione n. 2 – Serie alfanumeriche

Videolezione n. 3 – Serie alfabetiche

Videolezione n. 4 – Serie numeriche figurali

Videolezione n. 5 – Ragionamento numerico deduttivo

Videolezione n. 6 – Ragionamento astratto e capacità visiva (capacità di conteggio)

Videolezione n. 7 – Ragionamento astratto e capacità visiva (rapporti di posizione)

Videolezione n. 8 – Ragionamento astratto e capacità visiva (abbinamenti lettere/numeri)

Videolezione n. 9 – Logica figurale (serie e analogie figurali)

Videolezione n. 10 – Logica figurale (negativi, figure deformate e figure da ricomporre)

Videolezione n. 11 – Logica figurale (figure ruotate e/o ribaltate)

Videolezione n. 12 – Logica figurale (cubi)

Videolezione n. 13 – Capacità di calcolo

Videolezione n. 14 – Logica matematica (percentuali)

Videolezione n. 15 – Logica matematica (problemi di aritmetica e algebra)

Videolezione n. 16 – Logica matematica (equazioni simboliche)

Videolezione n. 17 – Logica matematica (probabilità)

Videolezione n. 18 – Logica matematica (geometria)

Videolezione n. 19 – Ragionamento critico-numerico (tabelle)

Videolezione n. 20 – Ragionamento critico-numerico (grafici)

Videolezione n. 21 – Problem solving (orologi)

Videolezione n. 22 – Problem solving (ingranaggi)

Videolezione n. 23 – Problem solving (problemi di lavoro)

Videolezione n. 24 – Problem solving (calcolo delle combinazioni)

Videolezione n. 25 – Problem solving (aste e bilance)

Videolezione n. 26 – Problem solving (velocità)

Videolezione n. 27 – Logica deduttiva (relazioni insiemistiche)

Videolezione n. 28 – Logica deduttiva (negazioni)

Videolezione n. 29 – Logica deduttiva (condizione sufficiente)

Videolezione n. 30 – Logica deduttiva (condizione necessaria)

Videolezione n. 31 – Logica deduttiva (sillogismi)

Videolezione n. 32 – Logica deduttiva (relazioni di ordine e grandezza)

Videolezione n. 33 – Comprensione verbale

Videolezione n. 33-bis – Comprensione verbale (altri)

Videolezione n. 34 – Serie verbali

Videolezione n. 35 – Analogie verbali

Videolezione n. 36 – Ragionamento verbale

Videolezione n. 37 – Logica verbale

Videolezione n. 38 – Frasi da completare

Videolezione n. 39 – Grammatica (morfologia)

Videolezione n. 40 – Grammatica (sintassi)

Videolezione n. 41 – Ragionamento critico-verbale (brani da riassumere e da riordinare)

Videolezione n. 42 – Ragionamento critico-verbale (individuare informazioni)

Videolezione n. 43 – Ragionamento critico-verbale (formulare deduzioni)

Videolezioni – Risposte

PARTE TERZA – ULTERIORI SIMULAZIONI

Simulazione n. 11 – Quiz

Simulazione n. 11 – Risposte

Simulazione n. 12 – Quiz

Simulazione n. 12 – Risposte

Simulazione n. 13 – Quiz

Simulazione n. 13 – Risposte

Simulazione n. 14 – Quiz

Simulazione n. 14 – Risposte

Simulazione n. 15 – Quiz

Simulazione n. 15 – Risposte

LIBRO SECONDO – STRUMENTI DI OFFICE AUTOMATION

Capitolo 1 – La videoscrittura: Microsoft Word

1.1 La suite Microsoft Office

1.2 Funzioni e caratteristiche di Word

1.3 Barre di Word

1.4 Creare, aprire, salvare e chiudere un documento

1.5 La guida di Word

1.6 Modificare le impostazioni di base

1.6.1 Visualizzazione

1.6.2 Zoom

1.6.3 Barra multifunzione e di accesso rapido

1.7 Selezionare e modificare il testo

1.8 Formattare il testo

1.8.1 Formattazione del carattere

1.8.2 Copiare il formato

1.8.3 Formattazione del paragrafo

1.8.4 Distribuzione del testo

1.9 Impostazioni del testo

1.9.1 Allineamento e spaziatura

1.9.2 Rientri dei paragrafi

1.9.3 Tabulazioni

1.9.4 Tabulazioni con carattere di riempimento

1.9.5 Margini della pagina

1.10 Funzioni avanzate di Word

1.10.1 Trova e sostituisci

1.10.2 Intestazioni e piè di pagina

1.10.3 Note

1.10.4 Inserire elementi nel documento

1.10.5 Numeri di pagina

1.10.6 Data e ora

1.10.7 Simboli

1.10.8 Caselle di testo

1.10.9 Interruzioni di pagina

1.10.10 Controllo ortografico

1.10.11 Colonne

1.10.12 Tabelle

1.10.13 Bordi e sfondo

1.10.14 Stili

1.10.15 Disegno

1.10.16 WordArt

1.10.17 Immagini e video on line

1.10.18 Revisioni di un documento

1.11 Stampare un documento

1.12 Principali caratteristiche di Word 2013

1.12.1 Microsoft Backstage

1.12.2 Nuove caratteristiche di Word 2013

1.12.3 Office Web Apps

Capitolo 2 – I fogli di calcolo: Microsoft Excel

2.1 Funzioni e caratteristiche di Excel

2.2 Barre di Excel

2.3 Creare, aprire, salvare e chiudere un foglio di calcolo

2.4 Modificare le impostazioni di base

2.4.1 Visualizzazione

2.4.2 Zoom

2.4.3 Barre multifunzione e di accesso rapido

2.5 Inserire, modificare, eliminare celle, righe e colonne

2.6 Dati e formule

2.7.1 Ordinare i dati

2.7.2 Effettuare calcoli

2.7.3 Formule tridimensionali

2.8 Le funzioni di Excel

2.8.1 La funzione SOMMA

2.8.2 La funzione MEDIA

2.8.3 Messaggi standard di errore

2.9 Completamento automatico, estensione di serie, filtri

2.9.1 Completamento automatico

2.9.2 Estensione di serie

2.9.3 Filtri

2.10 La creazione di grafici

2.10.1 Cambiare il tipo di grafico

2.10.2 Spostare, ridimensionare e cancellare grafici

2.11 Inserire oggetti

2.12 La formattazione del foglio di calcolo

2.12.1 Controllo ortografico

2.12.2 Impostare il documento: margini e anteprima di stampa

2.12.3 Intestazioni e piè di pagina

2.12.4 Orientamento del documento

2.13 Stampare un foglio Excel

2.14 Principali caratteristiche di Excel 2013

2.14.1 Nuove caratteristiche di Excel 2013

Capitolo 3 – Le presentazioni multimediali: Microsoft PowerPoint

3.1 Funzioni e caratteristiche di PowerPoint

3.2 Barre di PowerPoint

3.3 Modificare le impostazioni di base

3.4 Creare, modificare e salvare una presentazione

3.5 Inserire, copiare, spostare e cancellare il testo

3.6 Inserire oggetti

3.6.1 Aggiungere un’immagine

3.6.2 Importare altri oggetti

3.6.3 Creare un organigramma

3.7 Inserire, copiare, spostare e cancellare diapositive

3.7.1 Cambiare l’ordine delle diapositive

3.8 Formattazione

3.9 Transizioni e animazioni

3.9.1 I pulsanti di azione

3.10 La presentazione

3.10.1 La durata della presentazione

3.10.2 L’esposizione della presentazione

3.10.3 Strumenti di navigazione sullo schermo

3.10.4 Diapositive nascoste

3.11 Stampare una presentazione

3.12 Principali caratteristiche di PowerPoint 2013

3.12.1 Nuove caratteristiche di PowerPoint 2013

Capitolo 4 – Basi di dati: Microsoft Access

4.1 Funzioni e caratteristiche di Access

4.2 Tabelle, maschere, query, report

4.3 Creare e modificare un database

4.4 Tabelle e relazioni

4.4.1 Muoversi in una tabella

4.4.2 Modificare una tabella

4.4.3 Modificare gli attributi dei campi

4.4.4 Modificare e cancellare dati in una tabella

4.4.5 Aggiungere e cancellare record in un database

4.4.6 Creare relazioni tra tabelle

4.4.7 Definire una chiave primaria

4.5 Maschere

4.5.1 Modificare una maschera

4.5.2 La formattazione del testo

4.5.3 Il colore di sfondo

4.5.4 Immagini e grafici

4.5.5 Modificare la disposizione degli oggetti nella maschera

4.5.6 Utilizzare la casella degli strumenti per aggiungere controlli

4.5.7 Modificare le proprietà del formato dei controlli

4.5.8 Inserire nella maschera intestazioni e piè di pagina

4.5.9 Utilizzare controlli per i calcoli in una maschera

4.6 Query e filtri

4.7 Report e stampa

4.8 Access 2013

Capitolo 5 – La posta elettronica: Microsoft Outlook

5.1 Funzioni e caratteristiche di Outlook

5.2 L’indirizzo e-mail

5.3 Barre, riquadri e finestre

5.4 Modificare le impostazioni di base

5.4.1 Visualizzazione

5.4.2 Barre

5.5 Creare, inviare e ricevere messaggi

5.5.1 Cancellare un messaggio

5.5.2 Copiare, spostare, cancellare del testo

5.5.3 Il correttore ortografico

5.5.4 Impostare la priorità di un messaggio

5.5.5 Firma personale

5.6 Inserire allegati

5.6.1 Cancellare un allegato

5.6.2 Visualizzare e salvare un allegato

5.7 Organizzare i messaggi

5.7.1 Cercare un messaggio

5.7.2 Creare una nuova cartella

5.7.3 Spostare un messaggio in una nuova cartella

5.7.4 Bloccare un mittente

5.7.5 Ordinare i messaggi

5.7.6 Filtro

5.7.7 Archiviare messaggi di posta

5.8 Gestire la rubrica

5.8.1 Aggiornare un indirizzario con la posta in arrivo

5.8.2 Aggiungere un “biglietto da visita” al messaggio

5.9 Stampare una e-mail

5.10 Virus e posta elettronica

5.11 Outlook 2013

LIBRO TERZO – ELEMENTI DI DIRITTO PENALE

Capitolo 1 – Caratteristiche e principi del diritto penale

1.1 Concetto e caratteri del diritto penale

1.2 Le fonti del diritto penale moderno

1.3 Il principio di legalità

1.4 I corollari del principio di legalità

1.4.1 La riserva di legge

1.4.2 La norma penale in bianco

1.4.3 Rapporto legge-consuetudine

1.4.4 Il principio di determinatezza e gli elementi normativi della fattispecie

1.4.5 Il principio di irretroattività

1.4.6 L’interpretazione e il divieto di analogia in materia penale

Capitolo 2 – Ambito di validità spaziale e personale della legge penale

2.1 Il principio di territorialità

2.2 I reati commessi all’estero

2.3 Il delitto politico

2.4 Il riconoscimento delle sentenze penali straniere

2.5 L’efficacia personale delle norme penali: le immunità

Capitolo 3 – Nozioni generali di teoria del reato

3.1 Il reato: concezione formale e sostanziale

3.2 Il principio di offensività

3.3 Delitti e contravvenzioni

3.4 Il soggetto attivo del reato

3.5 Il problema della responsabilità delle persone giuridiche

3.6 La delega di funzioni

3.7 Il soggetto passivo del reato

3.8 Classificazione dei reati

3.8.1 Reati di evento e reati di azione

3.8.2 Reati commissivi ed omissivi

3.8.3 Reati istantanei, permanenti e abituali

3.8.4 Reati di danno e reati di pericolo

Capitolo 4 – Tipicità

4.1 La condotta e il principio di materialità

4.2 Caso fortuito e forza maggiore

4.3 L’evento

4.4 Il rapporto di causalità

4.5 Le concause

Capitolo 5 – Antigiuridicità e cause di giustificazione

5.1 Nozioni introduttive

5.2 La disciplina delle cause di giustificazione

5.3 Le singole cause di giustificazione

5.3.1 Il consenso dell’avente diritto

5.3.2 L’esercizio di un diritto

5.3.3 L’adempimento di un dovere

5.3.4 La legittima difesa

5.3.5 L’uso legittimo delle armi

5.3.6 Lo stato di necessità

5.4 Le scriminanti non codificate

Capitolo 6 – La colpevolezza

6.1 Il passaggio dalla concezione psicologica alla concezione normativa della colpe­volezza

6.2 Il principio di personalità della responsabilità penale

6.3 La responsabilità oggettiva

6.4 Le condizioni obiettive di punibilità

6.5 Morte o lesioni come conseguenza di altro delitto

Capitolo 7 – I criteri di imputazione del reato

7.1 Il dolo

7.1.1 Definizione legislativa e struttura

7.1.2 Intensità del dolo

7.1.3 Oggetto del dolo

7.1.4 Forme del dolo e suo accertamento

7.2 L’errore

7.2.1 Premessa

7.2.2 Errore di fatto ed errore di diritto

7.2.3 L’errore di fatto sul fatto

7.2.4 L’errore su legge diversa da quella penale (errore di diritto sul fatto)

7.2.5 Errore determinato dall’altrui inganno

7.2.6 Il reato putativo

7.3 Il reato aberrante

7.4 La colpa

7.4.1 Nozione e struttura

7.4.2 Specie di colpa

7.5 La preterintenzione

Capitolo 8 – L’imputabilità

8.1 Nozione e rapporti fra imputabilità e colpevolezza

8.2 Le cause di esclusione dell’imputabilità

8.2.1 La minore età

8.2.2 Il vizio di mente

8.2.3 Il sordomutismo

8.2.4 Ubriachezza e intossicazione da stupefacenti

8.2.5 Le actiones liberae in causa

Capitolo 9 – Le circostanze del reato

9.1 Nozione

9.2 Classificazione delle circostanze

9.3 La disciplina delle circostanze

9.4 Il concorso di circostanze. I criteri di applicazione delle circostanze

9.5 Le singole circostanze aggravanti comuni

9.6 Le singole circostanze attenuanti

9.7 Le attenuanti generiche

9.8 La recidiva

Capitolo 10 – La consumazione del reato. Il delitto tentato

10.1 La consumazione del reato

10.2 Il reato permanente e quello istantaneo

10.3 Il reato abituale

10.4 Il tentativo

10.5 Desistenza e recesso attivo

10.6 Il reato impossibile

Capitolo 11 – Il concorso di persone nel reato

11.1 Nozioni introduttive

11.2 La struttura del concorso

11.3 Le circostanze del concorso

11.4 La responsabilità del partecipe per il reato diverso da quello voluto

11.5 Concorso dell’extraneus nel reato proprio e mutamento del titolo di reato

11.6 Il concorso necessario e quello eventuale. Il concorso eventuale nei reati asso­ciativi

11.7 La cooperazione colposa

Capitolo 12 – Unità e pluralità di reati

12.1 Concorso materiale di reati e concorso formale

12.2 Il concorso apparente di norme e i criteri per identificarlo

12.2.1 Generalità

12.2.2 Il principio di specialità

12.2.3 Il principio di sussidiarietà

12.2.4 Il principio di consunzione

12.3 Il reato complesso

12.4 Il reato continuato

Capitolo 13 – La punibilità

13.1 Profili generali

13.2 Le cause di estinzione del reato

13.3 Le cause di estinzione della pena

Capitolo 14 – Le sanzioni e le misure di sicurezza

14.1 La pena nella Costituzione

14.2 Le pene principali

14.3 Le pene accessorie

14.4 L’esecuzione della pena e le misure alternative

14.5 La commisurazione delle pene detentive

14.6 Le sanzioni civili

14.7 I principi che presiedono all’applicazione delle misure di sicurezza

14.8 I presupposti delle misure di sicurezza

14.9 Le misure di sicurezza personali

14.10 Le misure di sicurezza patrimoniali: in particolare, la confisca

14.11 La depenalizzazione e la disciplina dell’illecito amministrativo

14.12 Le misure di prevenzione

Capitolo 15 – Delitti contro la personalità dello Stato

15.1 Le disposizioni comuni

15.2 I reati associativi

15.2.1 Inquadramento generale

15.2.2 Associazioni sovversive (art. 270 c.p.)

15.2.3 Associazioni con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversio­ne dell’ordine democratico (art. 270bis c.p.)

15.2.4 Banda armata (art. 306 c.p.)

15.3 I delitti di attentato

15.3.1 Problematiche generali

15.3.2 Attentati contro l’integrità, l’indipendenza o l’unità dello Stato (art. 241 c.p.)

15.3.3 Attentato per finalità terroristiche o di eversione (art. 280 c.p.)

15.4 I delitti di opinione

15.5 I delitti di terrorismo

15.5.1 Problematiche generali

15.5.2 Assistenza agli associati (art. 270ter)

15.5.3 Arruolamento con finalità di terrorismo anche internazionale (art. 270quater)

15.5.4 Addestramento ad attività con finalità di terrorismo anche internazionale (art. 270quinquies)

Capitolo 16 – Delitti contro l’amministrazione della giustizia

16.1 Delitti contro l’amministrazione della giustizia. Generalità

16.2 Delitti di omessa denuncia

16.3 Delitti di favoreggiamento

16.3.1 Inquadramento generale

16.3.2 Ritrattazione (art. 376)

Capitolo 17 – Delitti contro l’ordine pubblico, l’incolumità pubblica e la fede pubblica

17.1 Il bene giuridico «ordine pubblico»

17.2 Delitti di istigazione ed apologia

17.3 Delitti associativi contro l’ordine pubblico

17.3.1 Associazione per delinquere (art. 416 c.p.)

17.3.2 Associazioni di tipo mafioso anche straniere (art. 416bis c.p.)

17.3.3 Assistenza agli associati (art. 418 c.p.)

17.4 Caratteri generali dei delitti contro l’incolumità pubblica

17.5 I delitti di comune pericolo

17.5.1 La strage (art. 422 c.p.)

17.5.2 L’incendio (art. 423 ss. c.p.)

17.6 I delitti di comune pericolo mediante frode (delitti contro la salute pubblica)

17.7 Il bene giuridico «fede pubblica»

17.8 La falsità in atti

17.9 Falso grossolano, falso inutile, falso innocuo

Capitolo 18 – Delitti contro l’economia, l’industria e il commercio

18.1 Profili principali

18.2 I delitti contro l’economia pubblica: l’aggiotaggio

18.3 I delitti di sciopero

18.4 Delitti contro l’industria e il commercio

Capitolo 19 – Delitti contro la famiglia e la persona

19.1 Caratteri generali dei delitti contro la famiglia

19.2 La bigamia (art. 556 c.p.)

19.3 L’incesto (art. 564 c.p.)

19.4 Violazione degli obblighi di assistenza familiare (art. 570 c.p.)

19.5 Il mobbing familiare

19.6 Delitti contro la persona. Caratteri generali

19.7 I delitti contro la vita e l’incolumità individuale

19.7.1 Omicidio (art. 575 c.p.)

19.7.2 Le circostanze aggravanti dell’omicidio doloso. La premeditazione

19.7.3 Omicidio del consenziente (art. 579 c.p.) e istigazione al suicidio (art. 580 c.p.)

19.7.4 Lesioni personali (artt. 582 e 590 c.p.)

19.7.5 Il reato di deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni per­manenti al viso (art. 583quinquies c.p.)

19.7.6 Omicidio preterintenzionale (art. 584 c.p.)

19.7.7 Morte o lesioni come conseguenza di altro delitto (art. 586 c.p.)

19.7.8 Utilizzo o somministrazione di farmaci o di altre sostanze al fine di altera­re le prestazioni agonistiche degli atleti (art. 586bis c.p.)

19.7.9 Omicidio colposo (art. 589 c.p.)

19.7.10 L’omicidio stradale

19.7.11 Omissione di soccorso (art. 593 c.p.)

19.7.12 I delitti contro la maternità

19.8 I delitti contro l’onore

19.8.1 Inquadramento generale

19.8.2 Diffamazione (art. 595 c.p.)

19.9 I delitti contro la libertà individuale

19.9.1 Sequestro di persona (art. 605 c.p.)

19.9.2 Violenza sessuale (art. 609bis c.p.)

19.9.3 I delitti in materia di pedopornografia

19.9.4 Riduzione o mantenimento in schiavitù o servitù; tratta di persone; acqui­sto e alienazione di schiavi

19.9.5 L’impiego di minori nell’accattonaggio

19.9.6 Lo stalking

19.9.7 Il reato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti

19.9.8 Il reato di tortura

Capitolo 20 – Delitti contro il patrimonio

20.1 Caratteri generali

20.2 Furto (art. 624 c.p.)

20.2.1 Disciplina generale

20.2.2 Circostanze aggravanti (art. 625 c.p.)

20.2.3 Furto in abitazione e furto con strappo (art. 624bis c.p.)

20.2.4 Furti punibili a querela dell’offeso (art. 626 c.p.)

20.3 Rapina (art. 628 c.p.)

20.4 Estorsione (art. 629 c.p.)

20.5 Sequestro di persona a scopo di estorsione (art. 630 c.p.)

20.6 Danneggiamento (art. 635 c.p.)

20.7 Truffa (art. 640 c.p.)

20.8 L’usura (art. 644 c.p.)

20.9 La ricettazione (art. 648 c.p.)

20.10 Riciclaggio (art. 648bis c.p.)

Capitolo 21 – Delitti contro la pubblica amministrazione

21.1 Origine ed evoluzione della categoria

21.2 Le riforme dei delitti contro la P.A.

21.2.1 La riforma del 2012

21.2.2 La legge Grasso

21.2.3 La “legge Spazzacorrotti”

21.3 Le qualifiche soggettive

21.3.1 Considerazioni generali

21.3.2 Il pubblico ufficiale

21.3.3 L’incaricato di pubblico servizio

21.3.4 L’esercente un servizio di pubblica necessità

21.3.5 Il peculato (art. 314 c.p.)

21.3.6 Il peculato mediante profitto dell’errore altrui (art. 316 c.p.)

21.3.7 La concussione (art. 317 c.p.)

21.3.8 I delitti di corruzione

21.3.8.1 Generalità

21.3.8.2 La corruzione per atto contrario d’ufficio (art. 319 c.p.)

21.3.8.3 La corruzione per l’esercizio della funzione (art. 318 c.p.)

21.3.8.4 La corruzione in atti giudiziari (art. 319ter c.p.)

21.3.8.5 Induzione indebita a dare o promettere utilità (art. 319quater c.p.)

21.3.8.6 L’istigazione alla corruzione (art. 322 c.p.)

21.3.8.7 Peculato, concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità, corruzione e istigazione alla corruzione di membri della Corte penale internazionale o degli organi delle Comunità eu­ropee e di funzionari delle Comunità europee e di Stati esteri (art. 322bis c.p.)

21.3.9 L’abuso d’ufficio (art. 323 c.p.)

21.3.9.1 Abuso d’ufficio: caratteri della violazione di legge e rapporti col mobbing

21.3.10 Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione (art. 328 c.p.)

21.3.11 Principali delitti dei privati contro la P.A.

QUIZ

Questionario n. 1 – I principi del diritto penale

Soluzioni al questionario n. 1 – I principi del diritto penale

Questionario n. 2 – Antigiuridicità e cause di giustificazione

Soluzioni al questionario n. 2 – Antigiuridicità e cause di giustificazione

Questionario n. 3 – Colpevolezza e criteri di imputazione del reato. L’imputabilità

Soluzioni al questionario n. 3 – Colpevolezza e criteri di imputazione del reato. L’impu­tabilità

Questionario n. 4 – Le forme di manifestazione del reato

Soluzioni al questionario n. 4 – Le forme di manifestazione del reato

Questionario n. 5 – Le sanzioni e le misure di sicurezza

Soluzioni al questionario n. 5 – Le sanzioni e le misure di sicurezza

Questionario n. 6 – I delitti contro la P.A.

Soluzioni al questionario n. 6 – I delitti contro la P.A.

LIBRO QUARTO – FUNZIONI DI POLIZIA GIUDIZIARIA

Capitolo 1 – Concetti generali e regole fondamentali

1.1 Note introduttive

1.2 Funzioni della polizia giudiziaria

1.3 Servizi e sezioni di polizia giudiziaria

1.4 Ufficiali e agenti di polizia giudiziaria

1.5 Disponibilità della polizia giudiziaria

1.6 Subordinazione della polizia giudiziaria

1.7 Acquisizione delle notizie di reato

1.8 Identificazione della persona nei cui confronti vengono svolte le indagini e di altre persone

1.9 Denuncia

1.10 Arresto obbligatorio e facoltativo in flagranza

1.11 Fermo di indiziato di delitto

1.12 Allontanamento d’urgenza dalla casa familiare

1.13 Doveri della polizia giudiziaria in caso di arresto e fermo

1.14 Perquisizioni

1.15 Il sequestro (rinvio)

1.16 Le sommarie informazioni

1.17 Le intercettazioni di conversazioni

Capitolo 2 – Attività a iniziativa della polizia giudiziaria

2.1 Note introduttive

2.2 Obbligo di riferire la notizia del reato

2.3 Assicurazione delle fonti di prova

2.4 Sommarie informazioni dalla persona nei cui confronti vengono svolte le indagini

2.5 Altre sommarie informazioni

2.6 Perquisizioni (rinvio)

2.7 Acquisizione di plichi o di corrispondenza

2.8 Accertamenti urgenti sui luoghi, sulle cose e sulle persone. Sequestro

2.9 Convalida del sequestro e suo riesame

2.10 Assistenza del difensore

2.11 Documentazione dell’attività di polizia giudiziaria

2.12 Documentazione degli atti in generale

2.12.1 Modalità di documentazione

2.12.2 Redazione del verbale

2.12.3 Contenuto del verbale

2.12.4 Sottoscrizione del verbale

2.12.5 Trascrizione del verbale redatto con il mezzo della stenotipia

2.12.6 Riproduzione fonografica o audiovisiva

2.12.7 Modalità di documentazione in casi particolari

2.12.8 Dichiarazioni orali delle parti

2.12.9 Modalità di documentazione dell’interrogatorio di persona in stato di de­tenzione

2.12.10 Nullità dei verbali

Capitolo 3 – Le regole di cui al Testo unico delle leggi doganali e alle altre normative richiamate

3.1 Le regole di cui al Testo unico delle disposizioni legislative in materia doganale

3.1.1 Competenza dei funzionari doganali

3.1.2 Processo verbale per violazioni accertate negli spazi doganali

3.1.3 Processi verbali per violazioni accertate fuori degli spazi doganali

3.1.4 Invio dei verbali all’autorità giudiziaria e contestazione delle violazioni per infedele dichiarazione

3.1.5 Casi di arresto

3.1.6 Estinzione dei delitti di contrabbando punibili con la sola multa e oblazio­ne in materia contravvenzionale

3.1.7 Obbligo del pagamento dei diritti doganali

3.1.8 Visite, ispezioni e controlli sui mezzi di trasporto e sui bagagli delle perso­ne

3.1.9 Controllo doganale delle persone

3.1.10 Visite, ispezioni e controlli fuori degli spazi doganali

3.1.11 Servizio di riscontro

3.1.12 Servizio di vigilanza

3.1.13 Esercizio della vigilanza nella zona terrestre

3.1.14 Casi di naufragio

3.1.15 Vigilanza doganale negli aeroporti

3.1.16 Controlli in itinere su strada

3.2 Le regole di cui al D.L. 30 agosto 1993, n. 331, convertito in L. 29 ottobre 1993, n. 427

3.3 Le regole di cui alla L. 7 gennaio 1929, n. 4. I compiti di polizia tributaria

3.4 Le regole di cui al D.Lgs. 26 ottobre 1995, n. 504 (c.d. testo unico delle accise)

3.5 Le regole di cui al D.Lgs. 8 novembre 1990, n. 374 (Riordinamento degli istituti doganali e revisione delle procedure di accertamento e controllo)
Salva pagina in PDF Salva pagina in PDF