Codice
9788823838178
Reparto
Argomento
Autore
Editore
Tipologia
Libri
Data pubblicazione
16 mar 2021
Collana
Pagine
258

LA FINANZA NELLA CRISI REVERSIBILE DI IMPRESA

Sottotitolo
Gli strumenti negoziali nel Codice della Crisi
Prezzo di listino 35,00 €
Prezzo a te riservato 33,25 €
Condividilo on-line
Il testo vuole proporre un percorso di approfondimento dei temi teorici e pratici connessi alle procedure di allerta e alla composizione assistita della crisi, nonché delle procedure di regolazione della crisi stessa, ove questa è intesa come reversibile e con riferimento alle società di capitali. Il punto di attenzione è posto, in particolare, sull’attività svolta dai principali attori coinvolti nel processo di ristrutturazione del debito dell’azienda. Il Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza, introducendo strumenti atti alla prevenzione della crisi, nonché riproponendo in modo riorganizzato e più efficiente gli strumenti già considerati nella legge fallimentare (R.D. n. 267 del 16 marzo 1942), quali i piani attestati, gli accordi di ristrutturazione e il concordato preventivo, ha posto a carico degli organi sociali diversi doveri, attività e mansioni che richiedono, da una parte, nuove competenze e, dall’altra, un’approfondita conoscenza delle condizioni di economicità dell’impresa e della loro concreta manifestazione. Inoltre, la capacità di elaborare previsioni di andamento del business aziendale, e di rappresentare in un apposito piano funzionale al ripristino dell’economicità dell’impresa nonché al mantenimento del going concern, costituiscono condizioni indispensabili per il risanamento dell’impresa. Advisor finanziari e consulenti, che assumono il ruolo di attestatori dei piani di risanamento, non sono i soli attori della crisi a dover possedere competenze nell’ambito dell’analisi finanziaria e della finanza d’azienda, spettando tale preparazione anche ai componenti degli organi sociali, che sono chiamati a gestire la crisi.

Salva pagina in PDF Salva pagina in PDF