Codice
9788891632678
Reparto
Autore
Editore
Tipologia
Libri
Data pubblicazione
15 gen 2019
Collana
Pagine
280

LE DISTANZE NEGLI EDIFICI

Prezzo di listino 25,00 €
Prezzo a te riservato 23,75 €
Condividilo on-line
CAPITOLO I – Disciplina e tutele apprestate dall’ordinamento 1. Sistemazione ed inquadramento della fattispecie 2. Ratio della normativa.3. Interferenza tra disposizione codicistica e prescrizioni locali. 4. Regolamenti edilizi: cognizione giudiziale ed onere della prova. 5. Derogabilità della disciplina tra interessi pubblici e privati. 6. Il rilievo dei regolamenti urbanistici. 7. Principio della prevenzione. 8. Il calcolo della distanza. 9. Fondo fnitimo e condominio 10. La nozione di costruzione. Le ristrutturazioni. 11. La sopraelevazione. 12. Le violazioni e le tutele offerte. 13. La usucapibilità quale servitù della minor distanza 14. La riduzione in pristino. 15. Il risarcimento dei danni. 16. L’azione giudiziale e la competenza. 17. Il condono edilizio. CAPITOLO II - Il muro divisorio 1. Interferenza con la fattispecie di cui all’art. 886 c.c. 2. Inquadramento della pretesa 3. Le modifche “chiarifcatrici” rispetto alla pregressa codicistica ed i dibattiti tuttora in corso 4. I presupposti dell’acquisto 5. La minor distanza e l’iter applicativo della fattispecie 6. L’innesto ed il pagamento dell’indennità 7. Le costruzioni in aderenza 8. L’esenzione a benefcio degli edifci d’interesse pubblico CAPITOLO III- a) le appartenenze in tema di muri divisori; b) i muri comuni 1. a) Le presunzioni iuris tantum 1 b) La prova contraria 2. a) La sopraelevazione. 2…b) Limiti, oneri ed acquisizioni 3. L’incremento edilizio e la tutela dei relativi interessi CAPITOLO IV – Muri di cinta ed altre aperture a confne 1. Obbligo di contribuzione 2. Fondi a dislivello 3. Continuità con la previgente disciplina.
Salva pagina in PDF Salva pagina in PDF