Codice
9788891641793
Reparto
Argomento
Autore
Editore
Tipologia
Libri
Data pubblicazione
4 mag 2020
Collana
Pagine
324

MANAGEMENT IN SANITA'

Sottotitolo
Abilitazione alle funzioni direttive di ASL e Aziende ospedaliere (Top e Middle manager)
Prezzo di listino 29,00 €
Prezzo a te riservato 27,55 €
Condividilo on-line
Il Manuale è un utilissimo strumento di supporto per l’abilitazione alle funzioni direttive dei dirigenti di vertice e intermedi presso le Asl e le aziende ospedaliere.
Il volume inizia con una riflessione sul diritto alla salute per poi passare all’analisi dell’evoluzione del Sistema Sanitario Nazionale prima e dopo la legge n. 833/1978.
La disamina prosegue focalizzando l’attenzione sul sistema di finanziamento, il rapporto fra Stato e Regioni e il ruolo degli enti locali.
Il manuale analizza poi i principali aspetti del SSN: la governance, l’organizzazione, l’integrazione sociosanitaria e la committenza e prende in esame il ruolo del cittadino, il welfare di comunità, i livelli essenziali di assistenza e la sanità integrativa.
Segue un’attenta disamina sull’evoluzione dei sistemi informativi e informatici, della ricerca scientifica, del risk management e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Presente anche un’utile rassegna normativa.
Capitolo 1 – Breve visione storica comparata
Capitolo 2 – Premesse costituzionali al diritto alla salute e interpretazioni giurisprudenziali
2.1. La tutela della salute: cenni introduttivi
• L’interpretazione costituzionale del diritto alla salute
• L’elaborazione del diritto alla salute nella giurisprudenza della Corte di Cassazione
2.2. La tutela della salute in ambito comunitario: cenni
• La giurisprudenza comunitaria
Capitolo 3 – Prima e dopo la legge 833/1978: dalla segmentazione assistenziale all’universalismo del Servizio Sanitario Nazionale
3.1. Prima della riforma sanitaria, un lungo percorso
• I primi decenni del Novecento
• Il Testo unico del 1934
3.2. Dal 1968 al 1978: una grande stagione di riforme settoriali
• Il “sottosistema” degli enti locali
• Il “sottosistema” degli enti mutualistici
• Il “sottosistema” ospedaliero
3.3. L’avvento della riforma sanitaria
• La legge 833/1978: principi ispiratori
• I “soggetti istituzionali” della riforma
3.4. La prima riforma della riforma
3.5. La seconda riforma della riforma
Capitolo 4 – Il finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale
4.1. Il sistema di finanziamento del SSN – Fondo Sanitario Nazionale e criteri ripartitori
• Il Fondo Sanitario Nazionale nella prima riforma
• Il tentativo di risoluzione della crisi finanziaria con le riforme degli anni
• Il cambiamento fondamentale del nuovo millennio. Le spinte verso il federalismo fiscale
• I patti tra Stato e regioni per la determinazione del fabbisogno standard nazionale e regionale. Il Fondo con cui lo Stato “concorre” e la ripartizione regionale
• L’attuale assetto del sistema di finanziamento, FSN e criteri di riparto
4.2. Disavanzi e crisi finanziaria
• L’andamento storico delle crisi finanziarie
• La prima riforma della riforma
• La riforma “Bindi”
• La grande crisi (2007-2014)
Capitolo 5 – Il rapporto tra Stato e regioni
5.1. Competenze e conflitti
• Introduzione
• L’era pre 2001
• L’era post 2001
• Conclusioni
5.2. Uniformità nazionale e difformità regionali
• I “segni” di un Servizio Sanitario Nazionale
• Le autonomie regionali
• Le difformità regionali
• Le difformità regionali nell’articolazione istituzionale e organizzativa dei vari Sistemi sanitari di loro pertinenza: Emilia Romagna, Lombardia e Toscana
5.3. I livelli della programmazione
• La pianificazione nazionale
• La programmazione regionale
• Il “Piano Sanitario Nazionale 1998/2000”: il primo “Patto per la salute”
Capitolo 6 – Dalle USL alle ASL
6.1. Il diverso ruolo degli enti locali
• Le USL
• Le ASL
6.2. Dimensioni, autonomie, competenze
• Dimensioni
• Autonomie
• L’autonomia imprenditoriale
• Competenze
Capitolo 7 – La governance
7.1. Dal collegiale al monocratico
• La gestione delle USL ex legge 833/1978
• La governance delle ASL ex dd.llgs. 502-517/1993 e 229/1999
• La managerialità del Direttore generale
• La problematicità del rapporto fiduciario
• Complessità organizzativa e managerialità diffusa
7.2. La necessaria distinzione fra “governo” e “gestione”: un problema interpretativo
• Il d.lgs. 80/1998
• Responsabilità politico-amministrativa e gestionale
• L’Atto aziendale
7.3. La responsabilità dei professionisti: introduzione
• L’evoluzione normativa in materia di responsabilità sanitaria
• Il ruolo delle linee guida nella prassi processuale
Capitolo 8 – L’organizzazione
8.1. Il processo aggregativo
• Il Distretto sanitario di base
• Il nuovo Distretto
• Il decreto Balduzzi (d.l. 158/2012)
• Servizi di base e “case della salute”: soluzioni regionali a confronto
8.2. I Servizi e i Dipartimenti
• I Servizi
• I Dipartimenti
• Il Dipartimento di prevenzione
• Il Dipartimento di salute mentale
• Il Presidio ospedaliero
• Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS)
• L’assistenza farmaceutica
Capitolo 9 – L’integrazione
9.1. L’integrazione socio-sanitaria
• Le modalità della integrazione
• Le ragioni della integrazione socio-sanitaria
• I contenuti che qualificano le “dimensioni della integrazione”
• Il Piano nazionale della cronicità
• L’integrazione nella riforma Bindi
9.2. L’integrazione socio-sanitaria nei “livelli essenziali di assistenza”
• Prima versione
• Seconda versione
9.3. Le sperimentazioni gestionali: introduzione
• Il contesto italiano
Capitolo 10 – La “committenza”
10.1. La “committenza” nella programmazione distrettuale
• Lo “strumentario” della funzione di “committenza”
10.2. I “soggetti”, pubblici e privati, che vendono prestazioni: autorizzazione al funzionamento, accreditamento istituzionale, convenzionamento
10.3. Le tariffe
Capitolo 11 – Il ruolo del cittadino
11.1. Gli spazi e i soggetti della partecipazione
• La legge 833/1978
• I decreti 502/517
11.2. I “Comitati consultivi misti”
• Il decreto 229/1999
11.3. Il coinvolgimento operativo del volontariato: verso il “welfare di comunità”
• Crisi finanziaria ed evoluzione del bisogno
• Il “welfare di comunità”
• La “via italiana” al welfare di comunità
11.4. Il consenso informato
• Il diritto alla pianificazione anticipata delle cure
• Il consenso dei minori e degli incapaci
11.5. La vincolatività dei trattamenti
• L’assistenza psichiatrica
Capitolo 12 – I livelli essenziali di assistenza e la sanità integrativa
12.1. Criteri e contenuti
• Il d.P.C.M. 29 novembre 2001
• Successive modifiche
12.2. La concreta applicazione dei “livelli essenziali di assistenza”
12.3. La sanità integrativa
• Spunti applicativi
Capitolo 13 – I sistemi informativi e informatici in sanità
13.1. La evoluzione dei sistemi
• I sistemi informativi e informatici nella normativa recente
13.2. Il Fascicolo sanitario elettronico
• Il processo costitutivo del FSE
• Lo “stato dell’arte” attuativo
• I “trend” evolutivi
• Sanità digitale e risparmi
13.3. Il mutamento del ruolo del medico (e degli altri operatori assistenziali) alla luce dello sviluppo della sanità digitale
• Esegesi di ruolo
• Prima della riforma sanitaria
• Dalla legge 833 (1978) ai dd.llgs. 502/517 (1992/1993) e 229/1999 (le riforme del SSN)
• Dal “dopo riforma Bindi” ai nostri giorni
13.4. La privacy in sanità
• Cyber-security e tutela della salute: cenni
Capitolo 14 – La ricerca scientifica
14.1. La ricerca in ambito sanitario: introduzione
• La “ricerca scientifica e tecnologica” nell’assetto costituzionale
• I soggetti della ricerca
• L’Istituto Superiore di Sanità
• L’Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza sul Lavoro
• L’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali
• Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico
• Gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali
14.2. La programmazione della ricerca sanitaria
14.3. Il rapporto tra Servizio Sanitario Nazionale e università
14.4. La sperimentazione: cenni
• I Comitati Etici
Capitolo 15 – La sicurezza nei luoghi di lavoro
15.1. L’esigenza della tutela del lavoratore quale principio fondamentale dello Stato di diritto: brevi cenni storici
15.2. Il “lavoro” quale fondamento della Costituzione italiana
15.3. Il Testo Unico della sicurezza sul lavoro
• La struttura del Testo Unico sulla sicurezza
• Il datore di lavoro: definizione
• I dirigenti ed i preposti
• I principali obblighi dei lavoratori e dei soggetti equiparati
• La struttura ed i compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione
• La sorveglianza sanitaria obbligatoria
• La prevenzione nei luoghi di lavoro
• Definizione di pericolo
• Definizione di rischio
• La classificazione dei rischi
• La valutazione dei rischi
• Il dispositivo di protezione individuale
• La segnaletica di sicurezza
• I rischi generici
• La protezione passiva
• La protezione attiva
• Il piano di emergenza
• Il primo soccorso
• Il sistema sanzionatorio nel Testo Unico sulla sicurezza
Capitolo 16 – Il risk management
16.1. I cenni storici della normativa italiana sulla gestione del rischio clinico in sanità
16.2. Le fattispecie del risk management
16.3. La realizzazione del risk management, fra indirizzi normativi e applicazione pratica
16.4. L’assetto organizzativo per la gestione del rischio: ruoli e responsabilità
16.5. Il processo di gestione del rischio clinico
• I principi guida
• Il contesto regionale e locale
• Gli strumenti di gestione del rischio
• La identificazione dei rischi
• La analisi, valutazione e mappatura dei rischi
16.6. Obiettivi strategici e modalità realizzative
Bibliografia
Normativa
Gli autori
Salva pagina in PDF Salva pagina in PDF