Codice
9788891642417
Reparto
Argomento
Autore
Editore
Tipologia
Libri
Data pubblicazione
08/lug/2020
Collana
Pagine
196

L'ATTIVITÀ NEGOZIALE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Sottotitolo
Le procedure sotto soglia per l’affidamento di servizi e forniture
Prezzo di listino 35,00 €
Prezzo a te riservato 33,25 €
Condividilo on-line
Il presente lavoro nasce con l’intento di affrontare la complessa materia degli appalti pubblici dal punto di vista delle Istituzioni scolastiche.
È vero che il Codice degli appalti è uno e vale per tutte le Amministrazioni pubbliche; resta il fatto, però, che bisogna considerare tutta la normativa di settore che, ovviamente, fa delle Istituzioni scolastiche un centro a sé di imputazione di obblighi giuridici assolutamente peculiari.
L’indagine è limitata alle sole procedure di cui all’art. 36 del d.lgs. n. 50/2016 per l’affidamento di servizi e forniture.
Non sembra, ma le due tipologie di affidamento di cui alle lettere a) e b) della predetta norma aprono distese di riflessioni.
Il materiale su cui lavorare, pertanto, è di quantità e di qualità.
Il testo ha una duplice pretesa.
Da una parte, vuole essere un manuale di diritto a tutti gli effetti, con una serie di rimandi a dottrina e giurisprudenza e con tanto di riflessioni personali dell’autore.
Dall’altra, invece, è pensato come una guida preziosa che accompagni l’operatore della Scuola, passo dopo passo, nella gestione di una procedura di gara.
A tal fine, partendo da casi concreti, se pur di fantasia, si è provato a gestire alcune gare proprio come se si fosse in ufficio.
Gli atti, pertanto, sono redatti nel loro ordine naturale e sono collocati nel testo e accompagnati da alcune riflessioni a suffragio delle scelte effettuate.
Il servizio di stampa manifesti, ad esempio, è stato utile per illustrare le dinamiche dei micro-acquisti.
Per alcuni servizi non occasionali, come il servizio socio-educativo per alunni disabili, invece, si è dimostrata l’utilità della costituzione di un elenco di operatori economici.
La simulazione di acquisto e installazione di alcune LIM, infine, ha permesso di accompagnare il lettore nella gestione di una fornitura da aggiudicare con la procedura di cui all’art. 36, c. 2, lett. b), del d.lgs. n. 50/2016.
E ancora, la pandemia da Covid-19 ha reso necessario, perlomeno, impostare una gara secondo le disposizioni normative del recente Decreto “Cura Italia”.
Capitolo 1 L’attività negoziale delle Istituzioni scolastiche
1. Aspetti generali e fonti del diritto in ambito di contrattualistica pubblica
2. L’attività negoziale delle Istituzioni scolastiche
3. Segue: le principali novità apportate dalla l. n. 55/2019
4. L’affidamento di lavori
5. Le “minute spese”
6. L’espletamento delle procedure sulle piattaforme di e-procurement (c.d. “mercati elettronici”)
7. Segue: il MePA (Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione)
8. Segue: il MePI (Mercato elettronico della Pubblica Istruzione)
9. La digitalizzazione delle procedure di gara
Capitolo 2 L’affidamento diretto
1. L’affidamento diretto: aspetti generali
2. Gli acquisti di importo inferiore a 5.000 euro (c.d. “micro acquisti”)
3. Un caso concreto
3.1. La richiesta del preventivo
3.2. La determina a contrarre c.d. “semplificata”
3.3. La comunicazione di aggiudicazione e la stipula del contratto
3.4. L’esito di gara
3.5. La comunicazione di avvenuta stipula del contratto
4. Gli acquisti di importo compreso fra 5.000 e 40.000 euro
5. Un caso concreto: un servizio non occasionale. Elenchi di operatori economici
Capitolo 3 La procedura di cui all’art. 36, c. 2, lett. b), del d.lgs. n. 50/2016
1. Gli acquisti di servizi e forniture di importo compreso fra 40.000 e 139.000 euro
2. Un caso concreto
3. La determina a contrarre
4. L’avviso di indagine di mercato: natura, scopo dell’atto e procedura di incardinazione
5. Segue: gli elementi dell’atto
6. Segue: gli obblighi di pubblicità “legale” e “trasparenza”
7. Segue: indagine di mercato e principio di rotazione
8. Segue: indagine di mercato e piattaforme di e-procurement
9. La seduta di gara: l’esame delle richieste di invito pervenute ed il sorteggio (eventuale) degli operatori economici da invitare alla procedura
10. La determina di approvazione dell’elenco degli operatori economici da invitare alla procedura, esclusione concorrente/i ed approvazione dello schema degli atti di gara (lettera d’invito, disciplinare di gara, DGUE e patto di integrità)
11. Segue: la comunicazione di esclusione ai candidati
12. Gli atti di gara: la lettera d’invito, il disciplinare di gara, il DGUE ed il patto di integrità
13. Il verbale della seduta amministrativa
14. Il c.d. soccorso istruttorio
15. Segue: l’art. 83, c. 9, del d.lgs. n. 50/2016: uno sguardo d’insieme
16. Segue: le fattispecie essenziali sanabili
17. Segue: le fattispecie essenziali non sanabili e gli adempimenti formali di partecipazione alla gara
18. Segue: indicazioni operative
19. La convocazione della seconda seduta amministrativa
20. Il verbale della seconda seduta amministrativa
21. La determina di ammissione dei concorrenti
22. La convocazione della seduta economica
23. Il verbale della seduta economica. La proposta di aggiudicazione condizionata
24. Segue: la verifica della congruità dell’offerta
25. La convocazione della seduta pubblica
26. Il verbale della seduta pubblica
27. La determina di aggiudicazione (definitiva)
28. L’esito di gara e la comunicazione di aggiudicazione
29. La verifica dei requisiti in capo all’operatore economico aggiudicatario
30. La comunicazione di avvenuta stipula del contratto
Capitolo 4 L’attività negoziale delle Istituzioni scolastiche in epoca di coronavirus
1. Introduzione
2. L’acquisto di dispositivi digitali individuali per l’apprendimento a distanza. Inquadramento della fattispecie
3. Segue: la determina a contrarre ai sensi dell’art. 32, c. 2, del d.lgs. n. 50/2016 nonché dell’art. 43, c. 8, del d.m. 28 agosto 2018, n. 129
4. Le novità apportate dal d.l. n. 34/2020 (c.d. “Rilancio”)
Bibliografia e prassi
Salva pagina in PDF Salva pagina in PDF